FACCIAMO CANDY CANDY?

Standard

Quand’ero bambina il cartone che mi paceva più di tutti era Candy Candy.

.

 

Anche Heidi non mi dispiaceva, sai com’è, visto che ero nata tra i monti mi stava un bel po’ simpatica, anche se devo dire la verità, a me i monti non mi sorridevano ne tanto meno le caprette mi facevano CIAO, forse il suo caro nonnino le passava sotto banca qualcosa di più buono dell’ovetto bucato appena uscito dal culo della gallina e del latte caldo appena munto che invece mi faceva ingurgitare il mio di nonno

 

 

Ma torniamo alla nostra “croce rossina” Candy Candy…

Poverina, era una portatrice sana di sfiga nera:

  1. I genitori erano morti perciò lei era cresciuta in un orfanotrofio;
  2. Quando finalmente viene adottata trova la compagnia di Iriza e Neal che sono più perfidi della matrigna e le sorellastre di Cenerentola messe insieme;
  3. Tutti i suoi amici e spasimanti vengono contagiati dalla sua sfiga così che:
    • Anthony cade da cavallo e crepa;
    • Steve precipita con un aereo e quasi crepa;
    • Terence per poco non crepa sotto un’impalcatura;
    • Susanne rimane storpia;
    • Albert perde la memoria e a lei tocca lavorare anche da casa (primo esempio di tele lavoro);
    • I suoi pazienti dopo averla incontrata e essere diventati più buoni e felici crepano, così che i suoi colleghi non fanno altro che grattarsi tutto il giorno, ma tutto ciò non basta perché il suo collega Flammy crepa in Crimea.

E quindi, Candy Candy che cazzo c’avrà mai da ridere?

Un’altra sfiga di Candy Candy è quella di essere un bel po’ bruttina: lentigginosa, capelli crespi di un biondo canapa indefinito, gambe a tronchetto della felicità ed indossa sempre da quando è nata due fiocconi rossi che adesso saranno pieni di forfora, gli stivaletti e il vestitino bianco e rosso da marinaretta, insomma un cesso…

Ma nonostante questo cuccava da paura, se la litigavano praticamente tutti dal ragazzino al vecchio bavoso, ma soprattutto quel gran figone di Terence.

Sfido qualsiasi femminuccia della mia età a non aver avuto un po’ di invidia

per quell’abbraccio in cima alle scale e a non essersi chieste come mai nella vita normale le sfigate bruttine non se le incula mai nessuno mentre Candy Candy aveva uno sciame di sbavoni al seguito, tra cui il più bello del reame: Terence appunto.

E allora oggi ripensando a tutto questo ho capito perché ho scelto di fare l’infermiera…

Dovevo vendicarmi di Candy Candy rea non solo di aver

baciato Terence, il mio sogno di bambina, ma anche di averlo poi regalato ad una più sfigata di lei!

Terence lascia Susanne, sono qui che ti aspetto!!!!!!

Annunci

Informazioni su disconnessione mentale

Smetti di fare il male coltiva il bene purifica il cuore e la mente. E' questa la Via del Risvegliato. Dhammapada strofa 183 Ho un carattere molto difficile, non tutti mi sanno prendere e comprendere soprattutto. Per le amicizie do tutto ma sono anche molto diffidente. Sono molto pessimista vedo sempre il bicchiere mezzo vuoto. Sono possessiva e gelosa!! Insomma una bella scimmietta attaccata ai maroni! Amo i tatuaggi (ne ho 5) e i piercing anche se ora non li ho più dopo la nascita del mio pargolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...