Archivio mensile:marzo 2012

UNA SETTIMANA DA RIANIMATORI: LA DOMENICA

Standard

E’ domenica….

Sveglia 5 minuti piu tardi, non solo perché per strada, tranne qualche post discotecaro mbriago steso a terra davanti al Tiffany, non gira proprio nessuno, ma anche perché la Flo domenica riposa, quindi non si forma quella coda chilometrica stile notte rosa, capeggiata da un puntino azzurro, che con una manovra stile Valentino Rossi mi appresto a sorpassare con una derapata dell’ultimo secondo, soltanto eseguita con l’auto e con smoccolamenti vari!!

Quindi parto con calma, le consegne durano meno del solito mentre il giro pazienti inizia più tardi, tanto Sans non c’è, la caposister nemmeno e si passa così la prossima ora a chiedersi “Ma chi ci sarà stamattina in pasticceria???”

Tanto i turni dei doc non sono mai aggiornati e tutti quei numerini sono peggio di una schedina  del totocalcio: 1,2,X,2,1! Ma non potevano scriverci il nome invece dei numerini?? Era così complicato?? Sarà sicuramenteun sabotaggio per noi poveri infermieri che non dobbiamo sapere fino all’ultimo l’accoppiata vincente della giornata!!

Poi arriva l’annuncio ufficiale “Ho visto Alesgump prendere le consegne”, e si proprio lui, il dottorino della domenica mattina.

BREVE DESCRIZIONE DEL SOGGETTO:

Mezzo maratoneta, 1\4 anestesista durante la settimana, 1\4  rianimatore della domenica.

Il più bello del reame, ed è proprio per questo che si cimenta nella mezza maratona, gli serve per scappare dai suoi colleghi anestesisti che vogliono fargli la pelle in quanto  ogni giorni chiedono allo specchio chi è il più bello del reame, e lo specchio magico ogni giorno risponde: “Bello, tu sei bello, o mio anestesista, ma attento! Al mondo un dottorino c’è, con delle Nike ai piedi, poverino, ma ahimè, assai più bello di te. Il suo nome è Alesgump”

E’ il preferito della caposister, ed ha preso il posto del Gatta nel cuore dei vertici del Reparto altro motivo per cui ha sempre le sue scarpe da ginnastica se non ai propri piedi di fianco alla porta, in modo da poterle indossare e scappare al volo.

Con le sue scarpette ai piedi diventa così super Alesgump pronto per ogni urgenza al di fuori della Rianimazione, perché diciamocelo oltre alla bellezza l’altra sua dote è quella di portare una sfiga megagalattica!!!! Quando c’è lui qualcosa di strano deve sempre succedere, e almeno un ricovero te lo porti sempre a casa!

Si dice che abbia uno spaccio di The pregiati che si fa arrivare direttamente dalla Francia, ma queste sono solo voci di corridoio non confermate.

Ecco la sua foto recente

e le sue scarpe (le spaccia per nike ma non è cosi)

Ma torniamo alla nostra domenica mattina….

 Mentre qualcuno già fa la Ola  ed esclama un bel “OHHH il dottorino perfetto!!”, ancora non sanno che il resto del turno è in mano all’ansia…

Dai su! Iniziamo, prima facciamo prima finiamo, 2 robine così (la mimica è poi tutto uno spettacolo), il due l’anno gia fatto quindi è a posto no!!!!??? Il 3 stamattina torna in reparto quindi una botta veloce e si tira avanti!!
Le fortunate che hanno Alesgump come dottorino di riferimento alle 9 hanno gia la terapia in mano…ma croce e delizia…nel fare il copia e incolla lo sbadato dottorino ha dimenticato di cancellare gli emoderivati del giorno precedente, quindi cominica la via crucis verso la stanza dei medici per i chiarimenti del caso. Se ci mettessero i contapassi sotto gli zoccoli e ci pagassero a kilometraggio faremmo un bell’affare.

 

La domenica di solito siamo in 5 ma questa domenica no, siamo addirittura in 6!!!!! Eh si, l’altra parte del turno medico è affidata all’unico dottore infermiere in circolazione, l’unico che mentre visita i pazienti li broncoaspira e gli fa anche le medicazioni, direte voi…ma che fortuna!!!! Eh no, tutto ciò viene fatto non per aiutarci ma perché il dottore in questione non si fida nemmeno dell’ombra sua, e hai voglia a dirgli che il paziente è stato aspirato un secondo prima, tanto lei non ci crede e torna all’attacco!!

Diciamolo pure, la domenica è il giorno meno frenetico della  settimana, sempre che non succeda qualche urgenzona che ti fa diventare questo giorno paradisiaco una pena infernale…così passi la maggior parte del turno facendo le macuba e recitando la preghiera dell’Infermiere

Oh Signore,

aiutami a liberare me e i miei colleghi dal ricovero della domenica mattina

E se proprio deve arrivare un ricovero

Fa che arrivi alle 13 e 25

Così che se lo cibi il collega del pomeriggio

Perché mors tua vita mea.

Cosi sia

APERITIVIZIAMO!!!!!!!!

Standard

Reduci da un aperitivo lungoooooooo del martedi, ci stiamo gia organizzando per il prossimo aperitivo post corso di aggiornamento…

Copia del cartello gia appeso in bacheca per i colleghi che gentilmente vorranno partecipare.

AVVISO PER I COLLEGHI                      DELLA  RIANIMAZIONE – SERT

AGGIORNAMENTI

 

Titolo: Gestione dell’aperitivo

Il corso sarà presentato il: 11/04/2012

Dalle ore 18.00 in poi

Presso PIER CAFFE’

 

 

PROGRAMMA

 

 

ORE 18.00/18:30:

Conoscenza dell’aperitivo e della sua corretta gestione

Dr.ssa  M. M.  –  Specialista in tasso alcolemico

 

ORE  18.30/19.00: 

Corretto apporto calorico durante la somministrazione alcolica

Dr. ssa G.S. – Consulente in magna magna che te passa    

ORE 19.00:  Compilazione questionario di gradimento

ORE 19.30  : Etilometro

SONO PREVISTI I CREDITI FORMATIVI PER CHI SUPERA  1,50 g/l

A CHI PARTECIPERA’ NON AVENDO DIRITTO AI CREDITI  VERRA’ CONSEGNATO UN ATTESTATO DI FREQUENZA

PROSSIMAMENTE NON PERDETE….

Standard

In collaborazione con LauraImmagine la saga “UNA SETTIMANA DA RIANIMATORI”

casa editrice: Ceccarini

Il delirio di 2 infermiere che dopo due mattine con Sans e Signora decidono di prendersela con umorismo….

Perchè il lunedi è tragico, ma il rientro dalla malattia e dalle ferie a Santo Domingo lo è ancor di più…..

NB Molti personaggi e avvenimenti descritti in questo romanzo sono frutto della fantasia delle autrici. Ogni riferimento a luoghi e persone reali o a fatti realmente accaduti è puramente casuale

ODIO I LUNEDI…PARTE SECONDA

Standard

A volte ritornano…

…beh si proprio i lunedi….

 Se anche Sans non torna dalle ferie di lunedì un motivo dovrà pur esserci!! E così anche questa settimana ricominciamo senza di lui e siccome, come dice mia nonna, al peggio non c’è mai fine questo lunedì non ci siamo fatti mancare proprio nulla, prima fra tutti l’accoppiata vincente del momento:

GATTA E LA SIGNORA!!!!

Breve descrizione dei due soggetti in questione:

IL GATTA

Uomo, rianimatore forlivese, l’unico che riesce a fare mattina pomeriggio e notte in una giornata sola per un totale di 25 ore (per differenza di fuso orario tra Forli e Riccione), sempre sfigato in amore (i suoi bersagli preferiti sono le nuove infermiere giovincelle del  reparto, ma ora sta mollando il colpo visto che l’età sta impennando sempre più). Il suo passatempo preferito è quello di girare in treno, soprattutto su e giu per la Romagna. Ogni anno ha una fissazione diversa, quest’anno ci sta rallegrando le giornate con le sue emogas arteriose e venose accompagnate dalla vecchia cara e amata PVC e alla sua compagna PEV (per chi non fosse del mestiere, sono due misurazioni che l’infermiere dovrebbe rilevare alle ore 8 del mattino ma che fa sempre finta di dimenticarsene, sperando che il rianimatore di turno non glie le chieda).

Il suo grido di battaglia :SCIALVE SCIONO ALESSCIANDRO!!!!!!!!!

Questa una sua foto recente

LA SIGNORA

Donna scura di provenienza extracomunitaria,

Il suo passatempo preferito scrivere la terapia, infatti se le chiedi qualcosa sta sempre facendo quella ma noi infermieri ancora ci stiamo chiedendo come mai a fine turno ancora non sia pronta.

Chiamarla non ti servirà a nulla, la cosa migliore è trovare una soluzione che non richieda il suo intervento.

La sua fissazione è che tutti  ce l’hanno con lei

Il suo grido di battaglia:  INFONDI 250 ML DI FISIOLOGICA IN UN ORA!!!!!!

Venerata dal nostro sans come Nostra Signora dal camice unico e dalle mani contaminate.

L’equazione che ne scaturisce è la seguente

GATTA : ALLA SIGNORA = GLI INFERMIERI : CON UN PIEDE NELLA FOSSA  

(Gatta sta alla signora come gli infermieri stanno con un piede nella fossa)

E il secondo piede nella fossa c’è entrato precisamente alle ore 9:00 quando la Nostra Signora ci è piombata in reparto con un ricovero non atteso dal pronto soccorso: Ragazzo 40enne in coma da intossicazione da farmaci, ancora da intubare, con respiro russante e senza un accesso venoso preso…per fortuna non sono di religione Cattolica perché con tutti i Santi del calendario che sgranavo in quel momento Gesù Cristo, se esistesse,  mi avrebbe folgorato all’istante.

Dopo aver recitato tutto il rosario ho invocato in un attimo di delirio il nome di SANS!!!

Dove sei Sans, torna, questa casa aspetta a te!!!!